Experiences

le Isole Veneziane

Tra i gioielli “scoperti” della Laguna emergono maestose le principali isole di Venezia: Murano, Burano e Torcello, divenute parte integrante del patrimonio culturale, artistico e naturale della città lagunare.

Murano, piccolo arcipelago di isolotti naturali e artificiali, è denominata l’“isola del vetro”. Conosciuta in tutto il mondo per la sua produzione vetraria, ha contribuito al successo del design italiano con nomi illustri quali Carlo Scarpa, Fulvio Bianconi, Vetreria Venini.
Si sono perfezionate così, giorno dopo giorno, in una continua trasmissione di tradizioni e duro lavoro, l’abilità e le tecniche di lavorazione dei maestri vetrai, egregiamente testimoniate dal Museo del Vetro (museovetro.visitmuve.it), in cui potrete ammirare composizioni straordinarie, e dall’antica industria delle Conterie, produttrice di perle e perline. È inoltre possibile assistere, attraverso visite guidate, al processo di realizzazione di opere in vetro per mano degli artigiani con la tecnica a massello e quella della soffiatura.

Burano è invece l’isola del merletto fatto sul tombolo, un cilindro imbottito sulla cui superficie le merlettaie muovono i fili del merletto, incrociandoli, con una rapidità difficile da seguire. Oggi le merlettaie sono pochissime ma potrete incontrarle in piazza Galuppi, nell’area a loro dedicata al Museo del Merletto (museomerletto.visitmuve.it) oppure mentre lavorano sull’uscio della loro abitazione quando passeggiate tra i borghi di Burano. L’isola è inoltre meta ambita per tutti gli appassionati di fotografia grazie alle case dei pescatori, tutte dipinte dei colori dell’arcobaleno. Qui, ogni angolo incuriosisce ma non si può abbandonare l’isola senza aver prima gustato i “buranelli”, tipici dolci veneziani, che si narra un tempo fossero preparati appositamente per i pescatori, qualora fossero costretti a restare in mare a lungo senza scorte.

Ultima, ma non meno importante è Torcello, conosciuta come l’“isola di Attila’, è oggi un’isola selvaggia fuori dagli itinerari turistici di massa. Da non perdere la Basilica di Santa Maria Assunta, uno dei siti più visitati della laguna per i suoi splendidi mosaici bizantini ed il “trono di Attila”, per la gioia dei più piccoli, un seggio in pietra posizionato al centro della piazza che secondo la leggenda sarebbe stato il trono del leggendario e ferocissimo re degli Unni.

Come possiamo aiutarti?

    Contatti​

    Calle del Sturion, 677/A-678
    30125 San Polo, Venezia – Italy

    Tel: +39 041 5236718
    info@rivadelvin.it